ADOZIONE CERCASI PER BELLE, SEBASTIAN, CAROL E MIRTILLA

BELLE, SEBASTIAN, CAROL E MIRTILLA sono degli adorabili cuccioli di circa 50 giorni, di razza europea. Il maschietto è bianco e nero e si chiama Sebastian ed è il più vivace. Le femminucce sono: Carol (nera, molto curiosa); Mirtilla (tigrata chiara e bianca, la più timida); Belle (tigrata marrone più scura, giocherellona).
Sono nati in una colonia felina di Cislago, da una mamma che abbiamo già proceduto a sterilizzare e testatre (fiv/felv negativa, una conferma in più per la sualute dei piccoli).
Si cerca per loro preferibilemente ADOZIONE DI COPPIA (ma valuteremo anche adozioni singole).
Verranno affidati al termine della prassi veterinaria basilare comprendente: sverminazione, primo vaccino trivlente, registrazione all’anagrafe felina.
Si richiedono: l’obbligo di sterilizzazione futura (a prescindere dal sesso), la disponibilità di contolli post affido e di mantenimento dei rapporti con l’associazione.
Si affidano SOLO in situazioni di MASSIMA SICUREZZA abitativa (NO GIARDINI PRIVI DI PROTEZIONI ANTIFUGA , FINESTRE E BALCONI GIA’ IN SICUREZZA/ DISPONIBILITA’ NELL’INSTALLAZIONE DI ZANZARIERE E/O BARRIERE).
La procedura di adozione comprende: la compilazione di un questionario conoscitivo e un visita di pre affido, la firma del modulo di detenzione e successivo affido.

PER INFORMAZIONI contattare cortesemente La Fabbrica delle Fusa ONLUS (su FB) o

Daniela: 338 9863786
Simona: 329 2115282
Marta: 3203604371

P.S. Nessun nostro gatto vive in gabbia ma sono tutti inseriti in confortevoli ambienti casalinghi

MARY E ALFRED IN CERCA DI CASA!

MARY e ALFRED sono un maschietto e una femminuccia di circa 30 giorni, di razza europea e con manto tigrato grigio.
Questi due piccini sono stati vittima, con i loro fratellini, dello scempio perverso di ogni estate: l’abbandono di cuccioli a opera di chi, oltre a non prendersi la responsbilità dei propri animali d’affezione (non sottoponendoli a procedura di sterilizzazione), vuole essere ancor più incivile!
Sono stati abbandonati in una scatola senza nessuna preoccupazione, sotto il sole, senza cibo e acqua, pensando che qualcuno si sarebbe preso cura magicamente di loro.
Per via di questo terribile tascorso, si cerca per loro una super ADOZIONE DI COPPIA (preferenziale rispetto alle adozioni singole, che saranno comunque valutate).
Verranno affidati al termine della prassi veterinaria basilare comprendente: sverminazione, primo vaccino trivlente, registrazione all’anagrafe felina.
Si richiedono: l’obbligo di sterilizzazione futura (a prescindere dal sesso), la disponibilità di contolli post affido e di mantenimento dei rapporti con l’associazione.
Si affidano SOLO in situazioni di MASSIMA SICUREZZA abitativa (NO GIARDINI PRIVI DI PROTEZIONI ANTIFUGA , FINESTRE E BALCONI GIA’ IN SICUREZZA/ DISPONIBILITA’ NELL’INSTALLAZIONE DI ZANZARIERE E/O BARRIERE).
La procedura di adozione comprende: la compilazione di un questionario conoscitivo e un visita di pre affido, la firma del modulo di detenzione e successivo affido.

PER INFORMAZIONI contattare cortesemente La Fabbrica delle Fusa ONLUS (su FB) o

Daniela: 338 9863786
Simona: 329 2115282
Marta: 3203604371

P.S. Le foto che ritraggono i piccolini nel trasportino, sono testimonianza della visita veterinaria: nessun nostro gatto di fatti vive in gabbia ma sono tutti inseriti in confortevoli ambienti casalinghi

LELLO (ROGER) NELLA SUA NUOVA FAMIGLIA! QUANDO LE ADOZIONI SONO UNA GIOIA PER TUTTI!

Il nostro Lello. Sembra egoista definirlo ancora “nostro” eppure, quando questi gatti sfortunati passano nelle nostre vite di volontarie, lasciano per sempre una traccia indelebile.

Lello è stato ospitato dalla incredibile coppia Simo e Lillo per quasi otto mesi. Dopo Einstein la Fiv ci spaventava. Temevamo di non riuscire a trovare una famiglia per Lello, ormai anziano e marchiato da quella terribile malattia che in pochi conoscono.

Ma la famiglia che stavamo cercando è arrivata. Abbiamo capito fosse quella giusta dalla gioia di Zia Simo, sempre pacata nell’esternazione di quello che sente, ma i con gli occhi che non mentono mai. Il suo Malpelo aveva trovato quello che per tanti mesi aveva atteso.

Non abbiamo ancora avuto modo di condividere un pensiero di gratitudine per quella straordinaria famiglia di Milano che ha adottato Lello, complici le più tristi vicende che stanno coinvolgendo attualmente l’associazione  e le vite private di tutte noi.

Comunque sia, questo ringraziamento arriva oggi, con lo stesso spirito di ammirazione del primo giorno in cui Alessandra e la sua famiglia sono diventati parte delle nostre vite.

Il primo segno della nuova vita di Lello è stato il cambio di nome.

Noi lo ricordiamo sempre come LELLO-ROGER, per sottolineare che ogni nostro micio ha due opportunità: la prima cerchiamo (con umiltà) di dargliela noi salvandolo dalla strada; la seconda è quella che arriva con l’adozione (ed è il nostro fine ultimo).

Come abbiamo sempre detto, i gatti che salviamo diventano i soggetti al cardine di relazioni di fiducia e amicali che speriamo sempre di preservare nel tempo.

La nostra più grande gioia sono stati i mitici gemelli, all’inizio scettici sull’adozione di Roger (Lello) ma ora innamorati di lui, come solo il cuore di mamma Ale poteva giustamente prevedere.

E Roger-Lello è diventato inseparabile anche da Odino, il suo nuovo fratellone.

Ci sentiamo di ringraziare a nome nostro e di tutti i fan di Lello questa straordinaria famiglia. Siete parte della nostra storia, e ne siamo onorate!

ARIEL E ALICE CERCANO SONO STATE ADOTTATE!

Alice e Ariel sono due splendide micine femmine di circa 3 mesi, la prima di colore bianco e nero, la seconda bianca e tigrata marrone.
Attualmente ospitate da zia Simona e zio Lillo, sembrano godere di ottima salute e dimostrano già due caratteri differenti (Alice più timida, Ariel più vivace e giocherellona). Sono entrambe vispe e nonostante la condizione di abbandono subita, dimostrano piena fiducia nell’essere umano.
Verranno affidate al termine della prassi veterinaria basilare (spulciate, svermate, con il primo vaccino trivalente, test fiv/felv).
Per loro cerchiamo preferibilmente un affido di coppia, ma siamo pronte a valutare buoni affidi singoli.
Si affidano solo in appartamento o in situazioni di massima sicurezza, previa compilazione del questionario conoscitivo, controlli pre e post affido e con firma di regolare modulo di detenzione e successiva adozione.
Vige, come sempre nei nostri affidi, l’obbligo di sterilizzazione futura (che dev’essere certificata).

Per qualunque informazione pregasi gentilmente contattare La Fabbrica delle Fusa Onlus:
Mail: lafabbricadellefusa@yahoo.com
Daniela: 338 9863786
Simona: 3292115282

 

PELACCIO RUVIDO (in ricordo di Macchia)

Era un rito, il dopocena.
Tutti e due sapevamo perfettamente quello che sarebbe successo.
Mi aspettavi sul bracciolo del divano, con la tranquillità di chi sa già comeandrà a finire.Io, per un po’ facevo finta di niente, ma in realtà mi preparavo ad un momentoche sapevo di non poter scantonare.
Caffè, una sigaretta, un’occhiata all’ultimo lavoro che avevo piantato lì percenare.Mi preparavo sul tavolino vicino al divano tutto l’occorrente: telecomando, unacaramella…. poi per un po’ mi dovevo scordare di muovermi.
Poi, finalmente seduto, ti potevi accomodare sulle mie ginocchia. Diritto,possesso, routine…. quello che era, era. Punto.
Con le prime carezze riuscivo solo a rimanere con le mani piene del tuo pelo.
 
Pelaccio nero e ruvido.Non sapevo cosa farne, mi allungavo verso il posacenere sul tavolino, qualcosacadeva lì, la maggior parte galleggiava pigramente nell’aria. Ovviamente dellamia goffaggine non ti poteva importare di meno.
 
Quando le me giunture cominciavano ad irriggidirsi, con una piccola spinta tute ne andavi tranquilla: il rito si era compiuto, quindi tutto l’univeso aveva unsenso. Tutto era al su posto. Solo qualche ciuffo di pelaccio ruvido navigavanell’aria.
 
Quando un gatto se ne va, non lascia poi molto. Non serve il notaio e neancheil ragioniere. Qualche angolo di muro annerito a forza di strofinarsi. Qualchegraffio sul cuscino di una vecchia poltrona.Soprattutto tanto pelaccio ruvido.
 
Alzo una sedia ed eccolo sui piedini.Prendo un libro da da uno scaffale, anche lì.Sposto un cuscino, sotto è pieno di pelo.
Ma ora penso di aver capito: tanto pelaccio ruvido per continuare a scaldarmi il cuore, per quando verrà l’inverno.
 
IMG-20171018-WA0029

ALFREDO E MACCHIA

Questo componimento è stato scritto da Alfredo, papà della nostra piccola Camille, in ricordo dell’adorata Macchia.
Grazie Alfredo e Marinella per il bellissimo pensiero. Siamo vicini al vostro dolore, come lo siamo alle vostre gioie.
Le vostre ragazze della Fabbrica ❤

CON L’ADOZIONE SI DIVENTA UNA FAMIGLIA ALLARGATA! ZIA SABRINA IN VISITA DALLA FAMIGLIA DI CAMILLE

Per Camille sono arrivate tantissime richieste, anche successive all’adozione.

Per noi è stato difficile “scegliere” una famiglia, potete immaginarlo. Molte volte le volontarie vengono anche aggredite e umiliate mentre procedono alla scelta della famiglia. Per Camille abbiamo avuto ben due famiglie poco felice della nostra scelta di non affidarla a loro, una scelta che, lo ribadiremo sempre, NON E’ UN GIUDIZIO MORALE SULLA BONTA DELLE PERSONE, MA USA SEMPLICE VALUTAZIONE OGGETTIVA DELLE CONDIZIONI DI SICUREZZA DELLA CASA E DELLA COMPATIBILITA’ DELLA REALTA’ FAMIGLIARE CON IL MICIO CHE SI INTENDE ADOTTARE.

Tutta la nostra energia viene però sempre ripagata! Alfredo e Marinella sono la famiglia che abbiamo sempre sperato! Premurosi, accorti, ricettivi e rispetosi.

Vi sembrerà assurdo, ma il rispetto della sensibilità delle zie che si sono presi cura del micio, è fondamentale. Perchè, lo spieghiamo sempre, nel momento dell’adozione si diventa una vera famiglia allargata.

E così, ecco la nostra mitica Sabrina, la dolcissima ragazza che si è occupata di Camille e l’ha svezzata, far visita alla nuova famiglia!

Grazie Alfredo, Marinella e Muffa per avere accolto Camille e le zie della Fabbrica nelle vostre vite ❤

CIAO DOLCE NELLY

Ci prendiamo un minuto per ricordare la dolce Nelly. Trovata dai meravigliosi Alfredo e Marinella che l’hanno subito fatta ricoverare all’Ospedale veterinario di Varese.
Eravamo già pronte ad accoglierla in stallo, ma purtroppo la condizione clinica era troppo grave per sperare di salvarla.
Nelly si è spenta serenamente tra le braccia di Daniela e Marta, con il supporto di tutte le ragazze della Fabbrica. Un grande dolore per aver solo potuto accompagnarla alla fine di tanta sofferenza. Una grande amarezza, perché Nelly non meritava l’indifferenza che probabilmente ha conosciuto. La nostra speranza si è affievolita nella consapevolezza di uno stato terminale irreversibile. 

Ringraziamo gli amati Alfredo e Marinella, adottanti della nostra Camille per essersi presi a carico la dolce Nelly, senza voltarsi, come probabilmente hanno fatto in tanti, alla vista di quella piccola creatura ormai allo stremo delle forze.
Ringraziamo di cuore il dottor Sommaruga per il supporto e la gentilezza nei nostri confronti. Ringraziamo anche il dottor Vedani che non abbiamo avuto il piacere di conoscere ma sappiamo essersi preso cura di Nelly con la stessa accortezza. Grazie a tutto lo staff dell’Ospedale veterinario di Varese per la professionalità e l’am
ore dimostrato nei confronti di Nelly.

Ci chiudiamo nel silenzio, certe di aver preso la decisione più dignitosa e sofferta di quest’anno, tra le lacrime di chi non si abitua mai al dolore della perdita di ogni singola vita. Perché ogni vita è per noi unica ed insostituibile.

Ciao dolce Nelly.
Le tue zie della Fabbrica.
IMG-20171010-WA0004

SAGRA D’AUTUNNO 2017 (OLGIATE OLONA)

Nonostante la grave mancanza dei calendari associativi, la Sagra d’autunno è stata un successone.
Ringraziamo la Pro Loco di Olgiate per averci permesso di partecipare all’evento!!
Ringraziamo inoltre:
Marinella e Valentina Nasca per i libri donati, che sono stati un preziosissimo aiuto.
Le mitiche Elena De Bernardis e Sabrina Serroni per l’aiuto, il conforto e la simpatia! Senza delle ragazze così meravigliose saremmo sempre perse!
Grazie soprattutto alla mitica KaYa Von D per le meravigliose creazioni donate. Kaya, come vi abbiamo spiegato allo stand, è creativa anche nella pasticceria! Se cercate gustose idee 100% vegan senza rinunciare al gusto, Kaya fa proprio al caso vostro! Mettete tutti mi piace alla sua pagina Facebook https://www.facebook.com/KayasBakery/
Grazie poi a tutti coloro che hanno acquistato qualcosa o prenotato i calendari! Grazie di cuore da parte di tutte e tutti noi 

Questo slideshow richiede JavaScript.

ALE E FRANZ: LA SPLENDIDA STORIA DEL CORAGGIO DI ROSITA E ROBERTO

La storia di Ale e Franz è una storia di coraggio! Il coraggio di una splendida donna di nome Rosita e di suo marito Roberto. Due compagni nella vita e nell’impegno verso i meno fortunati.

Rosita e Roberto, senza nessun aiuto, si occupano di alcuni randagi nel comune di residenza. Si stanno occupando di loro da anni, senza nessuna adeguata risposta dalle istituzioni.

Quando mamma gatta ha partorito, non si sono fatti abbattere. La Fabbrica ha fornito un piccolissimo aiutato (veramente irrisorio rispetto a quanto fanno loro ogni giorno) per la sterilizzazione e cattura di mamma e presunto papà, e ha sostenuto la coppia nella ricerca di una casa per i due piccoli.

Due gattini che hanno stallato per mesi, nell’attesa della famiglia perfetta.

Quella famiglia è arrivata. Rosita e Roberto non solo hanno avuto la pazienza di attendere la soluzione ideale, ma si sono presa cura di quei piccoli con un grandissimo investimento affettivo oltre che economico. Tutto da soli. Nemmeno noi, nel nostro piccolo, avremmo potuto far meglio.

Perchè dietro ogni storia, ci sono persone speciali.

E noi, ci permettiamo di ringraziare personalmente e pubblicamente i mitici Rosita e Roberto per quell’amore (e quella grande sofferenza del momento in cui quei piccoli teppisti hanno lasciato la loro casa).

Siete stati incredibilmente coraggiosi. Grazie di cuore ❤

L'immagine può contenere: gatto

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

AZZURRA! ADOTTATA!

La piccola Azzurra è stata una fugace parentesi di questo settembre. La Fabbrica non ha lasciato inascoltata la richiesta di aiuto, nonostante l’impossibilità attuale di stalli prolungati.
A tale proposito ricordiamo la continua ricerca di stallanti 
Ora Azzurra, può vivere serena nella sua nuova casa

L'immagine può contenere: gatto e spazio al chiuso

ADOTTATA! CAMILLE CERCA CASA

Vi presentiamo Camille, una splendida di circa 30 giorni, femmina tigrata tre colori, pelo corto. È stata abbandonata nei pressi di una ditta ed ora si trova al sicuro a casa di una nostra volontaria.
Verrà affidata al termine dello svezzamento (non prima dei 60 giorni di età) con tutta la prassi veterinaria basilare eseguita (spulciata, svermata, con il primo vaccino trivalente).
Sarà regolarmente registrata all’anagrafe e verrà effettuato il passaggio di proprietà nel momento dell’affido.
Si affida solo in appartamento o in situazioni di massima sicurezza, previa compilazione del questionario conoscitivo, controlli pre e post affido e con firma di regolare modulo di adozione.
Vige, come sempre nei nostri affidi, l’obbligo di sterilizzazione futura (che dev’essere certificata).
Camille è adottabile in Lombardia, in particolare in provincia di Milano, Varese, Como.

Per qualunque informazione pregasi gentilmente contattare La Fabbrica delle Fusa Onlus:
Mail: lafabbricadellefusa@yahoo.com
Daniela: 338 9863786
Marta: 320 3604371
Simona: 329 2115282

 

Ringraziamento a “CANI E GATTI DA SALVARE” di Telesette, a cura di Massimo Borgomaneri

Ringraziamo di cuore TELESETTE ed il gentilissimo Direttore della sezione “Cani e gatti da salvar”e Massimo Borgomaneri, per la pubblicazione del nostro annuncio per Lello!
Ci auguriamo che il nostro adorato sfortunato e gli altri suoi amici della Rubrica (Emilio, Gioia e Brenda) possano trovare presto casa!

Grazie a tutto lo Staff per la disponibilità e l’aiuto!!

La Fabbrica delle Fusa

IMG_20170613_190925

ADOTTATE! PATTY E PAM CERCANO CASA

Patrizia e Pamela (in arte Patty e Pam) sono due splendide micine femmine di circa 40 giorni, la prima color crema e grigio ceruleo la seconda bianca e tigrata marrone.

Verranno affidate al termine dello svezzamento (non prima dei 60 giorni di età) con tutta la prassi veterinaria basilare eseguita (spulciate, svermate, con il primo vaccino trivalente).

Saranno regolarmente registrate all’anagrafe e verrà effettuato il passaggio di proprietà nel momento dell’affido.

Per loro cerchiamo preferibilmente un affido di coppia, ma siamo pronte a valutare buoni affidi singoli.

Si affidano solo in appartamento o in situazioni di massima sicurezza, previa compilazione del questionario conoscitivo, controlli pre e post affido e con firma di regolare modulo di adozione.

Vige, come sempre nei nostri affidi, l’obbligo di sterilizzazione futura (che dev’essere certificata).

Attualmente si trovano ad Olgiate Olona (Va) e sono adottabili preferibilmente in provincia di Milano e Varese.

Per qualunque informazione pregasi gentilmente contattare La Fabbrica delle Fusa Onlus:

Mail: lafabbricadellefusa@yahoo.com
Daniela: 338 9863786
Marta: 320 3604371
Simona: 329 2115282

LELLO HA TROVATO CASA (ADOZIONE DEL CUORE)

La storia di Lello è una delle tante per chi scorre annunci di animali in cerca di casa. Per chi però si occupa di quelle storie, ognuna è a suo modo diversa e speciale. Il nostro Lello è speciale per tanti motivi. Ci ha raccontato la sua storia un’instancabile volontaria, preoccupata per quel micio che gironzolava davanti a casa sua. Docile e coccolone, sembrava proprio uno dei tanti mici smarriti. Abbiamo cercato disperatamente di ritrovare la sua famiglia, ma invano. Non abbiamo avuto il cuore di lasciarlo per strada e adesso Lello è in stallo presso una nostra volontaria.
Purtroppo, come tanti altri mici non sterilizzati che si avventurano per strada, il nostro “batuffolo tutto fusa” ha contratto la Fiv. La Fiv è una malattia infettiva specie specifica, vale a dire che non è assolutamente pericolosa per l’uomo o altri animali. Un gatto con la Fiv è solamente più fragile, perché il suo sistema immunitario non funziona più correttamente, e quindi può contrarre infezioni all’apparato respiratorio e gastroenterico con maggiore facilità. Come tutti i mici affetti da questa malattia, Lello può condurre una vita felice e piena di amore. Non possiamo permettere che paghi la negligenza di chi lo ha condannato ad avere per sempre la vita segnata.
La sua fragilità ci spinge a cercare una famiglia che possa amarlo il doppio e per sempre.
Lello è speciale perché dal suo carattere dolce e fiducioso possiamo capire che ha amato l’essere umano in passato. Ed è speciale perché continua a fidarsi dell’essere umano, nonostante sia stata proprio la mano che lo ha abbandonato a condannarlo. Ma per lui non è finita e non dev’essere finita.
Lello è un bellissimo micio adulto sui 7 anni d’età, rosso tigrato a pelo semi-lungo con occhi chiari; testato Fiv-Felv, è risultato Fiv+; è stato sterilizzato e sottoposto a tutta la prassi veterinaria basilare (antiparassitaria) e specifica (analisi sangue e definizione quadro clinico).
Sarà effettuata la regolare procedura di iscrizione anagrafica: eseguiremo il passaggio di proprietà del micio al momento dell’affido.
Verrà affidato solo in appartamento a persone che non hanno altri gatti (o che hanno già mici con la stessa malattia), previa compilazione del questionario conoscitivo e controllo pre affido, con firma di regolare modulo.
Si trova a Olgiate Olona (VA) e si adotta in provincia di Varese, Milano, Como e Monza-Brianza.


Per qualunque informazione:
La Fabbrica delle Fusa ONULS
Mail: lafabbricadellefusa@yahoo.com
Daniela: 338 9863786
Marta: 320 3604371
Simona: 329 2115282

QUA LA ZAMPA 2017

Anche quest’anno l’associazione ha partecipato all’evento “Qua la Zampa amico” organizzato ad Olgiate Olona.

Ringraziamo di cuore tutti i nostri sostenitori, le nostre volontarie ed in particolare la disponibilità di Anna, Kaya e Jasmine per il Truccabimbi!

Grazie di cuore!

Questo slideshow richiede JavaScript.

LA VALENZA SOCIALE DELLE COLONIE FELINE

Riportiamo l’intervento de “La Fabbrica delle Fusa” al dibattito “L’uomo e gli altri animali: educazione, rispetto degli animali e recupero nella Provincia di Varese”

tenutosi l’8 aprile 2017 presso la Biblioteca di Fagnano Olona (Va). Ringraziamo gli organizzatori per l’occasione fornita, e gli altri referenti per gli importanti spunti di riflessione.

In questo importante spazio che ci viene concesso, di cui ringraziamo l’organizzazione, vorremmo parlare di colonie feline. Di colonia felina si parla in merito alla presenza di due o più felini stanziati in un dato territorio (si parla di Habitat). Come forse occorre ricordare, i gatti sono tutelati come animali liberi. Il randagismo felino quindi, ha una gestione ed una legislazione in parte diversa da quella del randagismo canino.

Ma non ci preme qui approfondire il quadro giuridico e normativo delle colonie feline: ci limitiamo a rimandare alla legge quadro n°281 del 1991, e a ribadire che la legislazione regionale e comunale ne può essere solo estensione.

Quello che ci preme sottolineare è l’aspetto sociale, spesso in ombra, della tutela degli animali liberi.

La gestione delle colonie feline è spesso nelle mani di privati cittadini, che agiscono in estrema solitudine per quanto associazioni ed istituzioni possano cercare di aiutarli.

Stiamo parlando dei referenti delle colonie feline (coloro che vengono generalmente chiamati gattare/i).

Crediamo sia fondamentale sottolineare l’invisibilità sociale della colonia felina e dei suoi soggetti (umani e non).

Al riconoscimento legale spesso non corrisponde quello sociale. Così le colonie feline, sono poste ai margini dei nostri sguardi e dei nostri interessi. Stiamo palando di relazioni concrete, vissute ed esperite tra animali umani e non.

Purtroppo spesso i randagi e i referenti delle colonie feline, sono minacciati nonostante la tutela legislativa che protegge i gatti liberi e che sottolinea i meriti sociali di chi si occupa di loro. Avvelenamenti ed uccisioni di gatti liberi non sono grandi novità purtroppo. Quello però che forse non viene mai abbastanza sottolineato è come anche le persone che si occupano di gatti randagi siano spesso vittime di violenza.

Ci sono varie forme di violenza.

La nostra amica Pia è stata vittima di un pestaggio alla fine dell’anno passato, solo perché sfamava come ogni giorno i suoi randagi.

La cronaca fa spesso passare la triste immagine delle colonie feline come luoghi di degrado da estirpare, soprattutto quando esse si situano in luoghi pubblici.

A pagare le conseguenze di questa immagine delle colonie feline sono soprattutto i referenti di tali realtà, che diventano spesso vittime di minacce potenziali e concrete.

Tale visione del randagismo ci sembra pregiudizievole quanto limitata. Le colonie feline parrebbero diventare visibili solo nei termini di problematiche.

Forse dovremmo chiederci se queste battaglie contro i randagi abbiano dietro la triste verità dell’invisibilità del randagismo felino e la nostra incapacità di comprendere la visione che altri animali non umani hanno del mondo. Ad esempio i confini e la sacralità dei luoghi sono costruzioni umane, che non possiamo pretendere dopo tutto di inculcare a tutta la vita altra.

Nonostante la tutela legale e la gestione conforme a regole igienico sanitarie prescritte, le colonie feline sono spesso conosciute e presentate ai cittadini come realtà destabilizzanti e controverse, come chi se ne occupa è spesso dipinto come personaggio sui generis.

Ma le colonie feline esistono anche e soprattutto a prescindere dalla nostra sfera quotidiana. Tutela e rispetto non possono, a nostro parere essere discrezionali. Non possiamo rispettare una realtà solo se è lontana dalla nostra vita e non ci tocca direttamente, per poi allontanarla quando “bussa” alla nostra porta.

Crediamo quindi, che il primo passo sia iniziare a rendere visibili le colonie feline prescindendo da uno sguardo declinato al negativo.

Speriamo con quanto detto, che si possa iniziare a vedere l’opera dei referenti delle colonie feline non come una una potenziale minaccia ma esempio di quella che, parafrasando il noto pedagogista Zoletto, possiamo chiamare cittadinanza pratica ed esperita di un dato territorio.

Questa è proprio una delle missioni che la Fabbrica si è recentemente prefissata, elaborando un progetto rivolto alle scuole dell’infanzia al fine di educare i bambini alla realtà del randagismo felino. Di questo progetto abbiamo portato la favola elaborata dalle nostre Marilou e Daniela, che resta un omaggio a disposizione di tutte le mamme presenti.

La visibilità di queste realtà lontane da problematiche politiche, il riconoscimento sociale di questa attività volontaria che meriterebbe un ascolto istituzionale maggiore, sono il cardine di una consapevolezza che dev’essere necessariamente precedente all’emergere di potenziali problematiche riguardanti il randagismo nella concretezza delle nostre vite personali.

In sintesi il nostro principale obiettivo è quello di promuovere un profondo rispetto ed una sensibile comprensione dell’attività volontaria di soggetti che non possono spesso parlare da soli e sono vittime di abusi e violenze, togliendoli sia dall’invisibilità che da una visibilità sempre (o spesso) declinata al negativo.

Ricordiamo che i referenti e le referenti delle colonie feline si prendono l’onere fisico, economico ed emotivo di gestire una problematica sociale di cui l’intera collettività viene sgravata.

La collettività, dovrebbe dunque ricambiare tale gravoso impegno se non con l’accondiscendenza, per lo meno con il rispetto che si deve ad ogni impegno morale, anche il più lontano dai nostri interessi personali.

Siamo profondamente convinte che il randagismo, molte volte etichettato come “problematica” possa anche diventare promotore di crescita educativa e segno di costruzione di cittadinanza concreta.

Le colonie feline sono una buona occasione per ripensare il nostro rapporto con la natura, la creazione di confini, tempi e spazi che ci distanziano dalla comprensione e dalla condivisione del mondo con altre forme di vita.

Vi Ringrazio.

STERILIZZARE ANCHE IL GATTO MASCHIO

8181

Molti proprietari, soprattutto uomini, sono contrari alla sterilizzazione del loro adorato amico. La sterilizzazione non è una menomazione, ma un modo per salvare la vita al vostro micio, maschio o femmina che sia. Le continue gravidanze danneggiano irrimediabilmente la salute di una femmina, ma possono essere anche incredibilmente pericolose per un maschietto! La femmina va in calore dalle due alle quattro volte all’anno e può accoppiarsi con più maschi. L’atto sessuale è incredibilmente doloroso per lei, a causa della conformazione del pene del maschio, ed inoltre accoppiandosi con più soggetti potrebbe contrarre pericolose malattie, sia per lei che per i cuccioli. Ma noi siamo qui a convincervi, o per lo meno a cercare di farlo, di quanto sia importante sterilizzare il vostro gatto maschio.

Per questo vi diamo almeno 5 buoni motivi per sottoporre i vostri mici domestici maschi alla pratica di sterilizzazione:

  1. FACILITARE LA CONVIVENZA DOMESTICA: il micio intero, tenderà a dare segni di disagio durante il periodo di calore delle femmine. Tenete presente che il maschietto può raggiungere la maturità sessuale anche intorno ai 4 mesi (è un fattore soggettivo). Come si è detto, le femmine vanno spesso in calore (viene definito calore indotto), quindi il vostro micio intero sarà costantemente irrequieto: piangerà, tenderà a voler uscire di casa e marcherà il territorio (con schizzi di urina che vi farà per tutta casa). Se nei pressi della vostra abitazione ci sono femmine non sterilizzate, il vostro gatto sarà in calore praticamente tutto l’anno! Tali problematiche non sono minori se il gatto ha accesso all’esterno, e possono causare l’insofferenza del vicinato (lamentele per rumori notturni o per la marcatura che il vostro micio potrebbe fare nei pressi delle loro abitazioni). Un vicino scontento nel peggiore delle ipotesi potrebbe minacciare l’incolumità del vostro amico (situazioni non così infrequenti come si pensa). Un gatto non sterilizzato poi vivrà un rapporto maggiormente conflittuale con gli altri mici in casa o di vostra proprietà, se ne avete. La sterilizzazione è una buona soluzione per evitare questi problemi di convivenza e tutelare la salute psichica del vostro micio evitando possibili atti di intolleranza (nel peggiore dei casi gli avvelenamenti) da parte di chi vi sta intorno.

  2. RIDUZIONE DEL RISCHIO DI SMARRIMENTO: il micio intero tenderà maggiormente ad allontanarsi da casa cercando una femmina per accoppiarsi. Non pensate che il rischio sia minore se il vostro micio vive in casa: l’aumento degli smarrimenti negli ultimi anni dimostra, con nostro enorme dispiacere, come sia facile perdere il proprio micio. Il micio intero ha maggiori probabilità di allontanarsi da casa (ha un motivo maggiore per farlo). Il gatto potrebbe percorrere diversi km nell’intento di cercare una partner, sottoponendosi tutti i pericoli della strada! Un micio smarrito è un pericolo: per la sicurezza stradale, per sé stesso e per gli altri felini che può incontrare. Chi smarrisce un micio sa bene il tipo di angoscia che si vive: la sterilizzazione è un buon modo per ridurre il rischio di perdere il proprio amico!

  3. RIDUZIONE DEL RISCHIO DI MALATTIE: i gatti interi tendono a lottare tra di loro per le femmine, procurandosi ferite e lesioni. Inoltre nella pratica di accoppiamento i maschi mordono sul collo le gatte. Queste ferite devono essere poi curate molto spesso con cicli antibiotici che possono ledere alla salute stessa del micio (ad esempio le cure farmacologiche e cortisoniche possono caricare eccessivamente il sistema renale del vostro amico). Tutto dipende dal quadro clinico pregresso: se il vostro gatto ha già qualche problematica di salute, sarebbe meglio evitare di sottoporlo ad uno stress dovuto ad una cura perfettamente evitabile! Le ferite dovute all’accoppiamento o alla lotta tra maschi, possono essere causa di trasmissione di malattie fortemente infettive come la Fiv e la Felv. Siete disposti a ridurre drasticamente la vita del vostro micio nella credenza di “farlo divertire”? Le malattie cronico-degenerative non sono divertenti! Pensateci!

  4. RIDUZIONE DEL RANDAGISMO: voi non avrete conseguenze personali nel possibile accoppiamento del vostro gatto maschio (senza tener conto della compromissione possibile della sua salute) ma ci sarà chi pagherà la vostra negligenza, dovendosi assumere l’onere dell’adozione e della cura dei cuccioli di cui siete anche voi complici. Sappiate che nel caso in cui la micia sedotta dal vostro micio sia una randagia, i gattini saranno sottoposti a tutti i pericoli di una vita all’aperto prima di trovare, se fortunati, una brava volontaria che si prenderà l’onere economico e fisico di occuparsi della loro cura e adozione. Nel caso in cui la micia sedotta dal vostro gatto sia di proprietà, i gattini saranno probabilmente regalati senza l’adeguato controllo degli affidatari. Il circolo vizioso sarà destinato a ripetersi per la superficialità di due proprietari: i gattini adottati non verranno sottoposti a future procedure di sterilizzazione (se chi mi ha dato il micino non ha sterilizzato la sua gatta, si vede che non è importante farlo). Siete disposti a prendervi la responsabilità dell’incremento del randagismo e della messa in pericolo di piccoli esseri senzienti?

  5. RAGIONE ECONOMICA: un micio sterilizzato dunque, ha meno probabilità di perdersi, ammalarsi e ferirsi. Questo comporta inevitabilmente una minore spesa per le cure veterinarie che dovreste sostenere in futuro perché non lo avete castrato (ad esempio in caso dovesse fare una cura antibiotica per un ascesso provocato da un morso, venisse investito perché girovagava per la strada, o se avesse contratto una malattia infettiva). Castralo significa proteggere lui ed il vostro portafoglio!

Questi sono alcuni dei motivi per sterilizzare un gatto maschio. Abbiamo cercato di smuovere qualunque diversa sensibilità,e speriamo di avere convinto il più ampio numero di proprietari possibile (anche quelli futuri).

La risposta dei più ostinati potrebbe essere: “perchè non farlo divertire anche una sola volta?”. La nostra risposta è che anche una sola volta è sufficiente per mettere a rischio la loro salute e contribuire all’incremento del randagismo.

I gatti non sono giocattoli: una cucciolata domestica toglie possibilità di adozione a tanti cuccioli che ancora nascono (e spesso muoiono) per strada. È una gioia avere morbidi batuffoli per casa, ma spesso i proprietari delle cucciolate e chi le adotta, non hanno la minima preparazione e non si affidano ai veterinari se non con superficialità. Sottoporre i cuccioli alla profilassi veterinaria ha un costo, ed i cuccioli come privati NON SI POSSONO VENDERE. Questo aumenta il rischio che i gattini nati in casa non seguano un’adeguata profilassi veterinaria. C’è poi da chiedersi: mamma e papà erano gatti sani? La risposta è spesso chi lo può dire. Insomma: le cucciolate domestiche sono il più delle volte meno seguite e meno sane di quelle di cui si occupano le associazioni., Non stiamo dicendo che tutti i privati sono scellerati, ma per nostra esperienza è generalmente così. Le cucciolate di privati che non riescono ad essere adottate indovinate poi dove finiscono? Nei gattili, nella migliore delle ipotesi. Rimaniamo però ferme su un punto: la cucciolata domestica è frutto della completa irresponsabilità (anche VOSTRA se avete un maschio intero che girovaga).

Qualora continuaste, nonostante ciò, a perseverare nei vostri errori lo farete con la coscienza, forse, di non avere del tutto a cuore il vostro gatto e la sua salute, oltre a quella di altri esseri viventi di cui siete, volenti o nolenti responsabili (dalle gatte che contagerà il vostro micio qualora abbia contratto una malattia infettiva ai gattini che metterà al mondo con buona probabilità di avere la stessa patologia).

La sterilizzazione è un atto di civiltà, non una menomazione. Vivessimo in un mondo utopico sarebbe tutto possibile, ma da protezioniste sappiamo bene la realtà delle cose: i gatti liberi sono tutelati dalla legge, ma non dalla realtà sociale nella quale siamo tutti inseriti. Siamo diventati arrogantemente i proprietari del mondo. Questo dovrebbe portarci ad essere promotori di benessere e tutela, non ad incrementare l’assurdità e la crudeltà della realtà alla quale abbiamo condannato già molte specie di esseri viventi.

Ci sono già troppi gatti che, ogni giorno, pagano la nostra scelleratezza con la morte: vi invitiamo a non essere COMPLICI.

La Fabbrica delle Fusa ONLUS

RACCOLTE PAPPA 2017: 28 GENNAIO ARCAPLANET DI GERENZANO

La Fabbrica delle Fusa ogni mese viene gentilmente ospitata da un negozio per animali della zona, al fine di raccogliere un po’ di pappa per i mici in gestione e per le colonie dislocate sul territorio -olgiatese e legnanese in particolare-.

images-1

Questo mese siamo gentilmente ospitate da:

Arcaplanet di Gerenzano (Va) –Via Risorgimento, 4-
Dalle ore 9.00-13.00 / 16.00-19.00

Ringraziamo con Affetto tutti coloro che vorranno partecipare all’iniziativa.

BABY: UNA STORIA A LIETO FINE

Dopo svariate richieste, finalmente possiamo comunicarvi che il nostro Baby, è stato affidato verso fine Dicembre!

Mamma Marta e Papà Andrea ci tengono in particolare a ringraziare Zio Ilario, Zia Simona per lo stallo; Zia Dani per l’impegno nelle cure; Zia Luisa per la diffusione; tutte le volontarie dell’associazione!

Grazie a tutte le condivisioni e gli appelli!

Con affetto,

Le ragazze della Fabbrica!baby-no

FELICIMENTE ADOTTATA! DONATA CERCA CASA

Donata è una splendida micia europea di circa 8 mesi, fiv e felv negativa.

Una volontaria l’ha trovata a Tradate (Va) nei pressi della ditta ove lavora. Una volta catturata è stata sterilizzata e messa al sicuro in stallo da Veronica, che si sta occupando di lei.

Donata è molto spaventata, reduce da una vita interamente vissuta per strada. Nonostante questo sta lentamente imparando a fidarsi degli esseri umani.

Per lei si cerca una famiglia con già esperienza di mici.

Per qualsiasi info:

lafabbricadellefusa@yahoo.com

CI HA TRISTEMENTE LASCIATE EINSTEIN: Adozione del Cuore

Einstein è un micione adulto di cui non si riesce a stabilire l’età specifica per via della scarsa dentizione (il nostro poco miciotto ha sicuramente più anni che denti).

La Fabbrica delle Fusa si è occupata inizialmente di indirizzare chi lo ha trovato dalle nostre veterinarie per stabilizzare la sua salute, poi se ne è presa carico stallandolo presso una propria volontaria.

Eistein è stabile, sebbene risulti Fiv + (positivo all’Hiv felino) e con un’insufficienza renale sotto controllo.

Ora Einstein è in cerca di una famiglia che gli dia l’amore che non ha mai avuto per gli ultimi anni di vita.

Per Info: www.facebook.com/lafabbricadellefusaonlus; mail: lafabbricadellefusa@yahoo.com

 

RECCOLTA PAPPA: 5 NOVEMBRE, ARCAPLANET DI GERENZANO

La Fabbrica delle Fusa ogni mese si trova in uno dei gentili negozi disposti ad ospitarci per una raccolta alimentare! La pappa raccolta servirà al sostegno delle colonie feline di cui ci occupiamo.

dieta-gatto-1

Siamo Gentilmente Ospitati

Via Risorgimento, 4
Dalle ore 9.00 alle ore 19.00

Ringraziamo con Affetto tutti coloro che vorranno partecipare all’iniziativa.

Grazie a tutti per il sostegno!

RANDAGISMO FELINO: l’importanza della legge conro la sua inutile strumentalizzazione politica.

Buongiorno.

Con rammarico ci troviamo ancora una volta a scrivere in materia di randagismo felino.

Con rammarico, poiché costrette a riscrivere quella che potrebbe sembrare una banale ripetizione di un nostro precedente intervento.

Eppur di banale non c’è nulla, in quanto siamo motivate dalla ferma posizione che la legge non possa essere opinabile o strumentalizzabile a piacere. Nondimeno, non c’è nulla di banale nel difendere chi non può difendersi da solo.

I gatti randagi sono tutelati da una legge nazionale. Le leggi regionali e comunali ne attestano l’estensione (vale a dire che possono solo aumentare le tutele già previste della legge nazionale).

Per piacere di completezza ne riporteremo qui il testo, poiché nero su bianco possa essere di più facile comprensione ed interiorizzazione:

La Legge 281/91 sancisce la territorialità delle colonie feline quale caratteristica etologica del gatto, riconoscendo loro la necessità (anch’essa tutelata) di avere un riferimento territoriale o habitat dove svolgere le funzioni vitali (cibo, rapporti sociali, cure, riposo ecc.).Nessuna norma di legge, né statale né regionale, proibisce di alimentare gatti randagi nel loro habitat cioè nei luoghi pubblici e privati in cui trovano rifugio.
Secondo detta normativa i gatti che stazionano e/o vengono alimentati nelle zone condominiali non possono essere allontanati o catturati per nessun motivo, a meno che non si tratti di interventi sanitari o di soccorso motivati (Legge 261/91).Pertanto, soltanto in caso di gravi motivazioni sanitarie o per la tutela dei tatti stessi, l’ASL competente può valutare di spostare la colonia, previa verifica e controllo di un luogo alternativo.

Questo appunto ci sembra particolarmente rilevante: può piacere o meno, ma i felini in libertà sono tutelati.

Per questo, stanche di appellarci alla tolleranza e al rispetto reciproco, forse conviene maggiormente appellarsi al banalissimo senso civico e al valore etico del rispetto della legge, che vale ancor più di sdolcinati appelli a moralismi troppo lontani nel gelido regno degli individualismi moderni, post moderni e nelle più svariate salse e condimenti.

Le normative sono facilmente consultabili: basta avere un semplice smartphone (estensione ormai corporea del cittadino medio) per poterle leggere con tutta calma e placida serenità sul sofà di casa.

A quanto pare è importante costantemente ricordarlo, dato che anche chi dovrebbe essere fonte di informazione per i cittadini se ne dimentica, lasciando passare strisciante il messaggio che i gatti possano essere oggetto di atti di intolleranza e strumenti politici su cui si spreca solo fiato se non si conosce almeno l’ABC in materia.

Ci preme sottolineare inoltre, che è già di per sé politicamente e moralmente opinabile la posizione di chi parla di randagismo felino associandolo al degrado e ad infondate problematiche di salute pubblica.

Come sempre, quando a qualcuno non piace una realtà sociale, si ricorrere ad allarmismi che non fanno altro che aggravarla (portando nei casi più gravi a scellerati atti di resistenza e violenza) più che muovere puntuali soluzioni (soprattutto per chi soffre e non per chi osserva).

Ci siamo già espresse sul fatto che le colonie feline non creino alcun degrado: sarebbe bene iniziare a vederle come occasioni di una solida quanto opportuna cittadinanza.

Sul fatto che i randagi possano essere fonte di pericolosissime minacce per la sanità pubblica, visto che un medico si è già precedentemente espresso, non sprechiamo parole sulla fantasiosità di una accusa priva di fondamento tanto logico quanto empirico.

Fa poi un poco sorridere che quando si parla di randagismo esso assuma una duplice veste: se chi ne parla è un consigliere comunale i randagi diventano la prima preoccupazione dalla quale mettersi al riparo, ma se chi ne parla è chi si prodiga per la loro tutela si sprecano attacchi sul fatto che “esistano problematiche sociali più urgenti”.

Concludiamo sottolineando la necessità di maggiore correttezza più che mani tese ben avanti per non offendere nessuno offendendo in sordina. Questo non è essere “animalisti” (categoria tanto vomitata quanto banalizzante) ma essere civili.

La questione in soldoni non è essere Animalisti (Bambinisti? Politicisti? Anzianisti? Antigattisti?) ma essere cittadini in un paese civile ove abbiamo ancora la fortuna di avere delle leggi a tutela dei diritti di tutti.

Con Sincera Stima.

Daniela, Marta e Luisa

SAGRA D’AUTUNNO 2016

Stanche ma felicissime per la partecipazione alla Sagra d’Autunno!

Ringraziamo la ProLoco di Olgiate per averci dato la possibilità di partecipazione!

Ringraziamo le mitiche Elena, Marilou, Vele e la dolcissima Sabrina per l’aiuto! Senza di voi tutto sarebbe stato più complicato!

Ringraziamo anche Silvia per i bellissimi ciondoli e orecchini regalati!

I soldi raccolti dalla vendita dei calendari serviranno nell’immediato a coprire le spese veterinarie per il nostro Babino in adozione!

Grazie a tutti i nostri amati sostenitori e le nostre amate sostenitrici! Non potremmo mai ricambiare abbastanza la fiducia che avete in noi! Grazie!!

CERCASI VOLONTARI/E

Carissimi amici,

il nostro è un gruppo piccolissimo. Cerchiamo di fare il possibile per aiutare i randagi, senza una struttura e in un gruppo che non arriva nemmeno alla decina di volontarie.

Iniziamo ad essere in seria difficoltà anche nelle raccolte pappa.

Sembrerà superficiale, eppure anche quelle ore impegnate il sabato a raccogliere del cibo per aiutare gattari e gattare sono importanti.

Spesso viene sottovalutato questo importante aspetto, purtroppo, anche da chi non si rende conto del sacrificio che ognuna di noi fa per riempire il carrello (e la pancia) dei mici che aiutiamo.

E’ un sostegno economico: se la pappa non viene regalata andrebbe acquistata. Il piccolo sforzo di tanti, si sostituisce al grande sforzo di singoli, spesso pensionati.

Iniziamo ad essere in seria difficoltà. Ci serve, come sempre, un piccolo sostegno.

Le collette vengono organizzate di sabato nei punti vendita della provincia di Milano. I turni sono sempre 3: dalle 9.00-12.30; 12.30-16.00; 16.00-19.30. Si chiedono quindi sono circa 4 ore di tempo una volta al mese.

Grazie a tutti coloro che vorranno aiutarci.

Le Ragazze della Fabbricarecite-1eosrbj.png

CALENDARIO 2017

Anche quest’anno è disponibile il calendario de La Fabbrica delle Fusa Onlus!

Un buon modo per sostenere la Fabbrica nelle sue numerose attività, consentendoci di provvedere economicamente agli stalli e alle cure veterinarie dei gatti di cui ci occupiamo.

Il calendario ha un costo di 7 euro, ed è disponibile sia nella simpatica visione da muro che nella pratica versione da tavolo.

Se avete un’attività potete richiederci le prevendite!

Il calendario presenta le foto dei simpatici mici adottati (non potrete non riconoscere Lulù, Phoebe e Chicco di cui abbiamo condiviso le storie durante quest’anno).

Saremo grati a tutti coloro che vorranno sostenerci con questo piccolo acquisto anche questa volta!

Grazie di cuore ❤

Lo staff!calendario-2017-def

 

 

RACCOLTA PAPPA: ARCAPLANET GERENZANO (MI), 1 OTTOBRE 2016

La Fabbrica delle Fusa ogni mese si trova in uno dei gentili negozi disposti ad ospitarci per una raccolta alimentare! La pappa raccolta servirà al sostegno delle colonie feline di cui ci occupiamo.

Siamo Gentilmente Ospitati SABATO 1 OTTOBRE 2016

Via Risorgimento, 4
Dalle ore 9.00 alle ore 19.00

Ringraziamo con Affetto tutti coloro che vorranno partecipare all’iniziativa.

Grazie a tutti per il sostegno!

gatti-dottori

RACCOLTA PAPPA: SABATO 3 SETTEMBRE, ARCAPLANET GERENZANO (MI)

La Fabbrica delle Fusa ogni mese si trova in uno dei gentili negozi disposti ad ospitarci per una raccolta alimentare! La pappa raccolta servirà al sostegno delle colonie feline di cui ci occupiamo.

Siamo Gentilmente Ospitati

Via Risorgimento, 4
Dalle ore 9.00 alle ore 19.00

Ringraziamo con Affetto tutti coloro che vorranno partecipare all’iniziativa.

Grazie a tutti per il sostegno!gatti-latte

I NOSTRI MICETTI PRONTI PER RAGGIUNGERE LE LORO NUOVE FAMIGLIE!

Carissimi amici e amiche della Fabbrica,le buone notizie continuano!
Il dolce Chicco è finalmente guarito e l’esame feci è risultato negativo. In attesa del vaccino trivalente e con già il primo test Fiv e Felv effettuato, è in attesa di giungere finalmente tra le braccia della sua mamma!
Hai già conquistato il cuore degli zii Marta e Andrea, che ti stanno tenendo in stallo in attesa del termine delle cure e delle profilassi necessarie. Tanti auguri a questa nuova amorevole famiglia. Mamma Enrica e la sua famiglia ti stanno aspettando!

DSCN0616.JPG

Inoltre vi presentiamo  la piccola Phoebe!
In attesa del test Fiv e Felv è amorevolmente seguita in attesa di giungere dalla sua mamma Simona!
Piccola nostra stellina di questo nostro disagiato periodo estivo, le zie ti augurano tanta fortuna

14075204_1177654372298061_1258736294_o

CAROL ADOTTATA

Dopo un primo tentativo disastroso, finalmente è arrivata la famiglia giusta per la piccola Carol!!

Presto mamma Fernanda si prenderà cura di te per sempre.

Grazie di cuore a tutti, e ricordatevi dei fratellini e delle sorelline ancora in attesa di casa ❤ Carol.jpg

QUA LA ZAMPA AMICO 2018

Come ogni anno, lo stand della Fabbrica era presente. Sono state offerte tante buonissime torte fatte rigorosamente dalle nostre volontarie e da chi sempre con amore sostiene i nostri mici.
E PER I PIÙ PICCOLI…..La nostra Elena De Bernardis ha messo’ a disposizione la propria arte per un coloratissimo TRUCCABIMBI .

In tutto ringraziamo lo staff dell’ebento per aver premiato le associazioni presenti, inclusa la nostra.

Ringaziamo soprattutto tutti i nostri sostenitori, per averci permesso di raccogliere 200 ❤

31739912_2084384328444755_2014069886338203648_n

BUON INIZIO ARIEL E ALICE!

 

Amici e Amiche dell’associazione,
volevamo condividere con voi una grande gioia. Oggi le nostre piccole, Alice e Ariel, sono giunte nella loro nuova casa. Si apriranno all’amore di una nuova famiglia e siamo riuscite a non separarle in questa nuova avventura.
Ringraziamo prima di tutto la dolcezza di mamma Megan e di papà Simone, che hanno voluto completare la loro famiglia con l’adozione delle due nostre micine. Siamo onorate di avervi casualmente trovato sulla nostra strada pronti a prendervi cura delle nostre piccoline.
Grazie anche a zia Luisa per averci fornito il contatto di questa meravigliosa famiglia in cerca di un cucciolo.
Ringraziamo zia Simo e zio Lillo, la cui casa ora sarà un po’ vuota senza le due teppiste, ma che ancora una volta hanno aperto le porte a quelle piccole in difficoltà.
Grazie a chi, poi, ha condiviso il post, si è interessato per l’adozione, ha semplicemente sorriso davanti a quei batuffoli scatenati o ha scelto di contribuire alle spese veterinarie.
Buona vita piccole da parte di tutte e tutti noi!
Le zie e gli zii =)